Lun-Ven 9.00 - 12.00/ 14.00 - 18:00
0
Home / Blog / Gli insetti: una risposta ecosostenibile alle allergie alimentari?

Gli insetti: una risposta ecosostenibile alle allergie alimentari?

08.06.2022

Secondo uno studio dell’Università di Edimburgo sulla sostenibilità dei mangimi per cani e gatti occorre circa un’area due volte l’Inghilterra per produrre tutto il pet food (per cani e gatti) consumato nel mondo. Le emissioni stimate da questo settore, secondo un altro studio, sono di circa tra le 56 e le 151 Mt of CO2 Con questi dati, è evidente che la sostenibilità anche nel settore dei pet food è un driver di scelta che indirizza verso una fonte proteica più sostenibile di quelle attualmente impiegate.

Che produrre insetti sia più sostenibile che produrre altri animali da allevamento è dato ormai risaputo. La convenienza in termini di risorse naturali impiegate è riportata in letteratura, con riferimento in particolare alla quantità di mangime e acqua utilizzata, nonché rispetto alle emissioni di gas serra per kg di proteina prodotta. E’ anche interessante pensare che gli insetti sono ottimi convertitori di biomassa e possono essere nutriti anche con scarti alimentari. Questa ottimizzazione dello spreco e dei rifiuti però è inapplicabile su insetti destinati ad essere trasformati mangime per altri animali da allevamento o, men che meno, alimenti per l’uomo. Diversa la situazione se gli insetti volessero essere utilizzati per nutrire animali da compagnia, tra cui cani e gatti.

Commenti

Accedi o Registrati subito per pubblicare un commento